biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2013P13008 Il danno da attività giudiziaria

P13008 Il danno da attività giudiziaria

Tradizionalmente l’area del danno da attività giudiziaria è circoscritta ai fenomeni dell’ingiusta detenzione e dell’indennizzo
per l’eccessiva durata dei processi in base alla legge c.d. “Pinto” da poco riformata. Queste ipotesi,
oltre a causare evidenti danni alle persone coinvolte e all’immagine della giustizia, comportano anche costi elevati
per lo Stato.
Più di recente, però, è in corso un ampio dibattito sulla responsabilità dello Stato, oltre che sul piano internazionale
per le altre violazioni della CEDU, anche in relazione al diritto dell’UE per violazione dello stesso a mezzo di attività
del giudice interno; tema divenuto di nuova attualità nell’ambito della problematica della responsabilità personale
del magistrato.
Il corso si propone di analizzare i vari fenomeni e i possibili rimedi, nonché le modalità di liquidazione del danno,
anche con riferimento al caso dell’indennizzazione eventualmente altrove richiesta (ad esempio, in sede di ricorso
alla CEDU).

 

 

Go to top