biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2019FormazioneFormazione PermanenteFormazione Permanente anno 2019P19090 - La protezione dei dati personali e della persona al tempo di internet

P19090 - La protezione dei dati personali e della persona al tempo di internet

Il corso, di taglio interdisciplinare, costituisce una importante novità nel catalogo della formazione ed è volto a stimolare una approfondita panoramica giuridica del sistema della protezione dei dati personali e della persona al tempo di internet.

La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea dedica due articoli (7-8) alla protezione dei dati personali, considerata l’oggetto di un diritto fondamentale. Si tratta di una materia che è stata oggetto di ampia regolamentazione secondaria da parte dell’Unione europea fin dagli anni novanta.

Il corso si propone di affrontare il nuovo quadro normativo derivato dal Regolamento Generale Per la Protezione dei Dati Personali (GDPR) vigente dal 25 maggio 2018.

Tali approfondimenti saranno poi orientati a valutare il delicato rapporto tra dati presenti in internet ed il diritto alla privacy. La nascita del web, dei social network ed il loro crescente utilizzo hanno consentito agli utenti di caricare, spesso senza alcun controllo, una infinita quantità di contenuti all’interno delle piattaforme informatiche

Il web è basato su un sistema di indirizzi numerici e nomi di dominio che operano su base globale, con la conseguenza che il singolo utente non solo contribuisce al sistema comunicativo nelle forme e con i limiti stabiliti dal gestore della rete, ma subisce - per poter utilizzare il servizio - una forte invasione nella sfera privata. Le tracce (cookies) lasciate dietro di sé consentono di risalire ai dati anagrafici, ai tempi, ai luoghi di utilizzazione del servizio. Sempre più numerose sono le richieste, provenienti dagli utenti del sistema, di rimozione dei propri dati personali, sino ad ottenere il c.d. “oblio” dal mondo virtuale; ancora più numerose le richieste di specifica tutela nei casi di immagini e/o video offensivi, talvolta caricati all’insaputa dell’interessato.

Purtroppo non sono mancati casi tragici, nei quali la richiesta di eliminazione immediata dei contenuti lesivi dal web, formulata dai soggetti lesi, non è stata attuata, generando così un inevitabile senso di sconfitta e di prostrazione in coloro che sono stati esposti ad una incivile piazza virtuale.

Nel sistema circolano una enorme massa di dati personali, la cui tutela è dunque indispensabile.

Il corso, organizzato con l’ausilio del Garante della Privacy Italiano ed Europeo, intende mettere a punto le problematiche giuridiche, favorendo gli approfondimenti utili per una tutela a tutto campo, tra esigenze di tempestiva rimozione degli abusi perpetrati via web e risarcimento del danno.

Il corso consentirà inoltre di approfondire alcuni temi specifici quali Il diritto all’oblio; la sorte dei dati personali dopo la morte; i rapporti tra l’utilizzo di mailing list e la libertà di pensiero; il regime della stampa on line e la applicabilità (o meno) alla stampa on line delle norme sanzionatorie previste dalla legge sulla stampa e dal codice penale (obbligo di registrazione, obbligo di controllo da parte del direttore responsabile, reato di stampa clandestina).

Non mancheranno specifiche sessioni di approfondimento dedicate al diritto penale, al cybercrime ed ai comportamenti illeciti in rete e nel “deep web”.

La magistratura, sempre più spesso, è chiamata ad occuparsi dei diritti della persona al tempo di internet e urge una formazione su questi temi dove il confronto con i tecnici e con gli esperti della polizia postale è essenziale, anche al fine di disporre una sollecita esecuzione dei provvedimenti a tutela della persona.

L’obiettivo del corso è quello di consentire una riflessione approfondita e ponderata sulle nuove forme di protezione da accordare alla persona nella società virtuale: si tratta di un mondo (quello virtuale) dove le regole spesso si confondono e la velocità di trasmissione dei dati può generare danni di vasta portata, che sono lesivi al pari dei danni subiti dalle persone nel mondo reale.


Caratteristiche del corso: 

Area: comune
 

 

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura in collaborazione con il Garante italiano della protezione dei dati personali e con il Garante europeo per la protezione dei dati; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: al fianco di relazioni frontali, concepite in termini di presentazione dialogica dei temi, saranno previste occasioni riservate al dibattito ed al confronto tra le varie prassi sparse sul territorio nazionale; numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: novanta magistrati ordinari.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Roma, Sede del Consiglio superiore della magistratura, 28 ottobre 2019 (apertura lavori ore 9,30) – 30 ottobre 2019 (chiusura lavori ore 13.00).


Go to top