biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2019FormazioneFormazione PermanenteFormazione Permanente anno 2019P19083 - Contratti bancari e finanziari alla luce della recente giurisprudenza di legittimità

P19083 - Contratti bancari e finanziari alla luce della recente giurisprudenza di legittimità

Il corso – organizzato in collaborazione con la Banca d’Italia – costituisce un tradizionale e rinnovato appuntamento dell’offerta formativa.

L’obiettivo è quello di approfondire il settore del contenzioso bancario, che si connota per la sua crescente complessità e tecnicità acuita da una regolamentazione settoriale “multilivello” con fonti interne, europee ed internazionali. Tale settore - negli ultimi due anni- ha stimolato numerose ed importanti decisioni da parte della corte di cassazione (si pensi alle note questioni giuridiche sui requisiti di forma, sul contenuto minimo del contratto, sullo “ius variandi”).

Il corso intende approfondire in modo analitico la disciplina dei contratti bancari alla luce delle più importanti decisioni di legittimità, con l’intento di delineare un quadro giurisprudenziale esaustivo sulle seguenti aree tematiche: forma e contenuto minimo dei contratti bancari e di investimento; fido di fatto; uso scorretto dello “ius variandi”; commissioni di massimo scoperto; diritto di accesso alla documentazione bancaria (estratto conto e contratto bancario); requisiti di forma delle operazioni di investimento; approdi della giurisprudenza nelle controversie in materia di regole di condotta e responsabilità dell’intermediario finanziario, ecc.

Una parte degli approfondimenti sarà dedicata all’esame del contenzioso bancario e delle principali questioni processuali; in tale ambito verranno esaminati gli orientamenti più recenti della corte di cassazione in materia di oneri probatori, di ammissibilità e procedibilità delle domande nel contenzioso bancario.

Particolare attenzione verrà prestata anche alle fonti legali e regolamentari del settore bancario (provvedimenti di EBA e EMSA, Istruzioni di vigilanza della Banca d’Italia, Regolamenti Consob).

La metodologia si avvarrà di un taglio teorico-pratico e di un percorso dialogato con i giudici di merito, con i giudici di cassazione e con i funzionari della Banca d’Italia così da curare i temi trattati nelle molteplici sfaccettature, costituite dalle diverse esperienze professionali di riferimento.

Si procederà con l’analisi accurata della giurisprudenza per consentire ai partecipanti di accedere ad un corso operativo che, pur destinato a partire dalla necessaria base teorica, non mancherà di guidare coloro che partecipano attraverso l’indagine di rilevanti casi di studio.

In conclusione, l’analisi del diritto bancario ed il coordinamento giurisprudenziale saranno uno strumento utile per attribuire a questo segmento di contenzioso la necessaria dose di prevedibilità e per evitare gli accumuli di controversie generate dalle incongruenze del sistema e dalle contraddittorie decisioni della giurisprudenza sparsa sul territorio nazionale.


Caratteristiche del corso:

Area: civile
 

 

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura, in collaborazione con la Banca d’Italia; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: al fianco di relazioni frontali, concepite in termini di presentazione dialogica dei temi e seguite da dibattito, saranno previsti lavori tra gruppi ristretti di partecipanti con esame di casistica; numero complessivo dei partecipanti: sessanta; composizione della platea: cinquanta magistrati ordinari con funzioni civili, oltre a dieci avvocati.

Eventuali incompatibilità: saranno postergati rispetto ad ogni altro richiedente coloro che risultino essere stati ammessi al corso P18079.

Sede e data del corso: Roma, via Nazionale, Sede della Banca d’Italia, 14 ottobre 2019 (apertura lavori ore 15.00) – 16 ottobre 2019 (chiusura lavori ore 13.00).


Go to top