biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2019FormazioneFormazione PermanenteFormazione Permanente anno 2019P19077 - Il sistema penale di tutela della salute e dell’integrità personale nei luoghi di lavoro

P19077 - Il sistema penale di tutela della salute e dell’integrità personale nei luoghi di lavoro

Dopo un decennio dall’entrata in vigore della d.lgs. n. 81 del 2008 sono ancora molte le questioni che l’interprete è chiamato a risolvere, anche considerando che – purtroppo – ancora elevato è il numero dei lavoratori che perdono la vita o subiscono gravi danni alla salute per effetto di infortuni o malattie professionali. Il corso si prefigge l’obiettivo di analizzare i principali profili critici che segnano, nella materia in questione, tanto le indagini che l’eventuale fase dibattimentale del processo.

Allo scopo, specie in tema di infortuni, vanno approfondite tecniche di indagine che sono assimilabili a quelle tipiche delle investigazioni concernenti fatti dolosi, partendo quindi dall’accertamento sullo stato dei luoghi, con particolare attenzione nei casi di infortuni concernenti l’edilizia od il settore metalmeccanico. Allo stesso modo, di primaria importanza risulta la valutazione dello “stato dell’arte”, sul piano tecnico-economico, relativamente al tipo di contesto produttivo nel quale possono maturare infortuni e malattie professionali. Non sarà trascurato, naturalmente, l’argomento centrale in quasi tutti i processi concernenti eventi lesivi non traumatici, e cioè i criteri di valutazione delle catene causali e della successione nel tempo dei titolari di posizioni di garanzia. Un’analisi che dovrà essere svolta anche sul piano scientifico, tenendo conto delle specifiche indicazioni espresse al riguardo dalla Suprema Corte, specie in relazione alla protezione da agenti chimici e da agenti cancerogeni e mutageni.

Non meno rilevante, poi, una rilettura delle problematiche legate alla prevenzione nei luoghi di lavoro, riguardo alla previsione di tutele e obblighi, alla valutazione dei rischi, alla formazione, informazione e addestramento dei lavoratori e alla sorveglianza sanitaria. In effetti, l’esito dei processi in materia dipende frequentemente da tale aspetto, che spesso non è facilmente decifrabile.

Infine, dovrà essere affrontato il tema del rapporto tra responsabilità penale degli individui e responsabilità da reato della persona giuridica, per il quale, quando si discute di reati presupposto a connotazione colposa, deve valutarsi anche l’incidenza delle politiche di spesa, tanto riguardo all’individuazione delle condotte tenute “nell’interesse o a vantaggio” dell’impresa, tanto con riferimento alla effettiva portata liberatoria dell’adozione di determinati modelli organizzativi.


Caratteristiche del corso: 

Area: penale
 

 

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali, dibattito, gruppi di lavoro ed eventuale tavola rotonda); numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: ottantacinque magistrati ordinari con funzioni penali, oltre a cinque avvocati.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castel Pulci, 30 settembre 2019 (apertura lavori ore 15.00) – 2 ottobre 2019 (chiusura lavori ore 13.00).


Go to top