biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

P19032 - Il made in Italy: la tutela del prodotto e del lavoro agricolo

Il tema del made in Italy è stato costantemente affrontato in questi anni, declinando il corso in collaborazione con l’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare. Nelle precedenti esperienze sono state oggetto di analisi, tra l’altro, la sinergia tra magistratura e forze di Polizia, oppure il diritto penale degli alimenti. Nella nuova iniziativa, l’attenzione sarà rivolta alla condizione dei soggetti coinvolti nella produzione del prodotto made in Italy ed alla concorrente tutela del prodotto medesimo, secondo la normativa interna e internazionale.

Per un verso dunque sarà fatto il punto sulla portata e sull’applicazione della legge in materia di caporalato, e sulla disciplina dell’organizzazione del lavoro nell’agricoltura. Per altro verso saranno studiate, tra l’altro, le stringenti direttive europee per la commercializzazione del prodotto agro-alimentare, le disposizioni in tema di contraffazione dei marchi di qualità, le questioni interpretative ed applicative a proposito del trattamento sanzionatorio degli illeciti.

Il tutto nasce dalla necessità di base di indagare la natura giuridica del made in Italy e la trasformazione del lavoro agricolo per una migliore applicazione della normativa esistente.

Il corso si avvarrà dei contributi dei maggiori esperti nel settore civile, penale e giuslavoristico, e la relativa struttura lascerà spazio a gruppi di lavoro tematici con relazioni frontali di ampio respiro e di sintesi dei lavori.


Caratteristiche del corso:

Area: comune
 

 

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura in collaborazione con l’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: al fianco di relazioni frontali, concepite in termini di presentazione dialogica dei temi, saranno previste occasioni riservate al dibattito ed al confronto tra le varie prassi sparse sul territorio nazionale; numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: ottantacinque magistrati ordinari e cinque avvocati.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Roma, Palazzo Rospigliosi, 1 aprile 2019 (apertura lavori ore 15.00) – 3 aprile 2019 (chiusura lavori ore 13.00).


Go to top