biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2019FormazioneFormazione PermanenteFormazione Permanente anno 2019P19020 - Laboratorio di formazione per i magistrati alla prima valutazione di professionalità (funzioni civili)

P19020 - Laboratorio di formazione per i magistrati alla prima valutazione di professionalità (funzioni civili)

Il corso costituisce una importante innovazione nel catalogo delle attività formative ed è strutturato sulle necessità di coloro che si trovano nella fascia della prima valutazione di professionalità.

L’esercizio delle funzioni giurisdizionali civili è attività complessa e richiede una costante attenzione alla formazione ed al progressivo affinamento delle competenze nei vari settori specializzati.

Prima ancora di divenire giudici specializzati, occorre acquisire una formazione di carattere generale che sia tale da consentire un immediato inquadramento dei problemi giuridici nell’ambito dei principi generali del diritto.

La formazione, nei primi anni di ingresso in magistratura, deve prestare particolare attenzione a questo obiettivo poiché solo sulla generale capacità di inquadramento dei problemi giuridici si costruisce il giudice tecnico e specializzato, senza peraltro disperdere quel prezioso bagaglio culturale costituito dalla conoscenza generale dei principi giudici di fondo.

Il corso (laboratorio) intende sollecitare un approfondimento tematico di alcuni argomenti di carattere generale mediante un dialogo costante tra gli organizzatori del corso e coloro che vi parteciperanno, con la finalità di favorire uno scambio di esperienze e di coltivare quegli approfondimenti teorico-pratici e quelle metodologie che la Scuola superiore della magistratura ha avviato nel periodo di tirocinio per i nuovi magistrati.

L’ impostazione del corso sarà basata sulla trattazione di alcune grandi tematiche di riferimento nel diritto civile e processuale civile, quali ad esempio: obbligazioni, contratti ed inadempimento; regime delle prove e principali problematiche in tema di onere della prova; tecniche di accertamento e di liquidazione del danno patrimoniale e non patrimoniale (i danni biologico, morale, tanatologico, terminale, intermittente, da perdita del rapporto parentale e la perdita di chance); spese di lite, lite temeraria e patrocinio a spese dello Stato.

La metodologia verrà impostata su una trattazione non teorica degli argomenti, privilegiando una scelta di tipo operativo e pratico con la preventiva segnalazione, da parte di coloro che parteciperanno al corso, di problemi e/o questioni ritenute meritevoli di approfondimento.

Un vero e proprio laboratorio, nel quale i partecipanti dovranno collaborare alla programmazione e dovranno individuare i casi di maggiore rilevanza ed interesse per una formazione appositamente dedicata alle esigenze di coloro che, per l’appunto, si trovino nella fascia della prima valutazione di professionalità.


Caratteristiche del corso:

Area: civile
 

 

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: al fianco di poche e brevi relazioni frontali, concepite in termini di presentazione dialogica dei temi, saranno previste apposite sessioni dedicate ad approfondimenti di tematiche di rilievo sotto forma di laboratorio tecnico-professionale; numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: novanta magistrati ordinari, con funzioni civili, che si trovano nella fascia della prima valutazione di professionalità (da conseguire o conseguita nel corso del 2018).

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castel Pulci, 6 marzo 2019 (apertura lavori ore 15.00) – 8 marzo 2019 (chiusura lavori ore 13.00).


Go to top