biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2019FormazioneFormazione PermanenteFormazione Permanente anno 2019P19003 - Famiglia e diritti patrimoniali: tra solidarietà ed autoresponsabilità

P19003 - Famiglia e diritti patrimoniali: tra solidarietà ed autoresponsabilità

I diritti patrimoniali dei componenti il nucleo familiare rivestono una centralità sempre maggiore nell’ambito di un contenzioso non solo statisticamente imponente, ma dai contenuti eticamente e socialmente sensibili.

La Corte di cassazione è intervenuta, di recente, portando al centro del dibattito le nozioni di solidarietà e di auto-responsabilità, con una articolata riflessione sulla necessità di adeguarle al mutato contesto familiare, sociale ed economico.

L’autodeterminazione individuale e la libertà di scegliere il percorso da imprimere alla propria esistenza, coniugato allo specifico paradigma della “indipendenza o autosufficienza economica”, non può disgiungersi dal sistema dei diritti della persona e, in particolare, dal diritto alla dignità personale e all’uguaglianza.

È evidente, infatti, il forte condizionamento che il modello scelto dalla coppia può determinare sulla condizione economico-patrimoniale della famiglia nel suo complesso e su quella di ciascun componente il nucleo, condizionamento del quale l’interprete deve tener conto nella ricostruzione del sistema normativo di riferimento e dei singoli diritti che da esso discendono.

Invero, l’elaborazione dogmatica di queste categorie giuridiche e delle loro ricadute fattuali ha avuto di recente una accelerazione, non solo riguardo ai rapporti tra adulti, ma anche relativamente alle relazioni genitori - figli, in conseguenza del tentativo degli operatori del settore di individuare un confine certo e condiviso tra diritto al mantenimento e dovere di gestione autonoma della propria esistenza da parte di giovani adulti.

Il corso intende favorire la riflessione su questi temi. Ampio spazio sarà inoltre riservato al confronto tra i partecipanti, organizzati in laboratori di autoformazione, sulle questioni e le prassi applicative che hanno seguito la sentenza delle Sezioni unite della Corte di cassazione, n. 18278 del 2018, sul riconoscimento e la quantificazione dell’assegno divorzile e sugli inscindibili effetti di questo atteso arresto in campo processuale e probatorio.


Caratteristiche del corso:

Area: civile
 

 

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali e laboratori di autoformazione); numero dei partecipanti: novanta; composizione della platea: ottantacinque giudici ordinari addetti alla sezione famiglia e cinque avvocati.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castel Pulci 21 gennaio 2019 (apertura lavori ore 15.00) – 23 gennaio 2019 (chiusura lavori ore 13.00).


Go to top