biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2018FormazioneFormazione PermanenteFormazione Permanente anno 2018T18002 - Le indagini finanziarie 2.0. Dal sistema antiriciclaggio al contrasto dei reati economico-finanziari, della corruzione pubblica e del terrorismo.

T18002 - Le indagini finanziarie 2.0. Dal sistema antiriciclaggio al contrasto dei reati economico-finanziari, della corruzione pubblica e del terrorismo.

Il recente recepimento ad opera dei d.lgs. n. 90 e n. 92 del 2017 della cd. quarta direttiva europea antiriciclaggio — relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo — ha offerto l’occasione di meglio definire profili essenziali del sistema nazionale, al fine di allinearlo alle disposizioni introdotte a livello europeo, sotto l’impulso delle raccomandazioni del GAFI (Gruppo di azione finanziaria internazionale).

Dalla revisione sono stati interessati, tra l’altro, gli obblighi di collaborazione attiva e passiva che gravano i numerosi soggetti destinatari della normativa ed i compiti dei soggetti istituzionalmente preposti all’analisi finanziaria e investigativa delle numerosissime segnalazioni di operazioni sospette annualmente ricevute dall’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia, con il successivo corrispondente approfondimento svolto dal Nucleo di Polizia valutaria,  dai reparti territoriali della Guardia di Finanza nonché dalla Direzione investigativa antimafia. Tra le misure di maggior significato innovativo, inoltre, possono annoverarsi: la comunicazione e l’accesso alle informazioni sulla titolarità effettiva di persone giuridiche e trust (art. 21); i presidi della riservatezza del segnalante, previsti ora dall’art. 38 d.lgs. n. 231 del 2017, che impongono coordinamenti non del tutto intuitivi con le previsioni del codice di procedura penale e con le connesse esigenze difensive degli indagati; le  comunicazioni oggettive che dovranno essere  trasmesse dai soggetti obbligati alla UIF, con cadenza periodica, in merito a dati e informazioni individuati in base a criteri oggettivi, concernenti operazioni a rischio di riciclaggio o  di  finanziamento  del  terrorismo  (art. 47  d.lgs.  n.  231); l’importante rivisitazione del sistema sanzionatorio del d.lgs. n. 231, sia penale che amministrativo.

Dinanzi a tale scenario, la magistratura requirente e giudicante è chiamata a dirigere (ed a valutare) le indagini in base ad una piena conoscenza del meccanismo amministrativo di acquisizione e vaglio delle segnalazioni, e delle ricadute presso la polizia giudiziaria specializzata. Nel contempo, risulta essenziale il governo delle questioni giuridiche e delle difficoltà probatorie che si pongono nel perseguimento dei reati presupposto più ricorrenti (quali i reati finanziari e le corruzioni pubbliche), e dei delitti di riciclaggio e di terrorismo potenzialmente collegati alle segnalazioni di operazioni sospette.

Si darà quindi luogo ad un confronto tra i soggetti istituzionali che lavorano sulle operazioni segnalate, i magistrati che hanno maturato significative conoscenze nel coordinamento delle indagini e nella direzione dei processi relativi ai reati finanziari, a corruzioni pubbliche, a delitti di riciclaggio e di terrorismo, ed infine i giuristi impegnati nella riflessione teorica su tali reati. Spazi adeguati saranno garantiti per un intervento attivo dei partecipanti all’iniziativa.

Caratteristiche del corso:

Area: penale l

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura – Struttura decentrata della Corte d’appello di Firenze; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali, dibattito gruppi di lavoro ed eventuale tavola rotonda); numero dei partecipanti e composizione della platea: settanta magistrati ordinari con funzioni penali, provenienti da distretti diversi da quello di Firenze, oltre a magistrati ordinari che operino nel distretto fiorentino, entro il numero e secondo i criteri stabiliti  con la Struttura organizzatrice.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Firenze, Palazzo di giustizia, 14 febbraio 2018 (apertura lavori ore 15.00) – 16 febbraio 2018 (chiusura lavori ore 13.00).

Go to top