biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2018FormazioneFormazione PermanenteFormazione Permanente anno 2018P18080- Laboratorio sui profili essenziali della funzione giudiziaria penale per i magistrati alla prima valutazione di professionalità

P18080- Laboratorio sui profili essenziali della funzione giudiziaria penale per i magistrati alla prima valutazione di professionalità

Questo corso si propone, per tipicità di destinatari e per metodica formativa, come un vero e proprio laboratorio. Lo schema sarà, in sintesi, il seguente.

In primo luogo si procederà all’individuazione – tramite interrogazione dei partecipanti a monte della programmazione di dettaglio – delle questioni che, ponendosi frequentemente nell’esercizio della funzione, hanno sollecitato o sollecitano nei giovani magistrati l’esigenza di un confronto con esperienze e prassi consolidate.

Il laboratorio sarà diviso in varie aree tematiche, per ciascuna delle quali due magistrati docenti (con gruppi distinti per giudici e pubblici ministeri) avranno il compito di trattare – coinvolgendo i partecipanti attraverso esemplificazioni casistiche – le varie questioni segnalate dai partecipanti. Saranno previsti anche momenti di contatto “peer to peer” tra docenti e discenti, allo scopo di condividere modelli di provvedimenti e soluzioni riguardo a problematiche specifiche incontrate nel primo anno di assunzione delle funzioni.

Un’area del laboratorio sarà certamente dedicata ai rapporti all’interno degli uffici giudiziari, dal punto di vista delle discipline formali di vario livello (primario e secondario) ma anche in relazione alle concrete esperienze dei partecipanti. Un’altra area di approfondimento riguarderà le tecniche di redazione e motivazione dei provvedimenti. In tale ultimo caso il gruppo sarà guidato da un team di magistrati ed esperti di comunicazione e di linguaggio, cui sarà chiesto di predisporre delle griglie di casi sui quali fare esercitare i partecipanti (ad esempio: come sintetizzare l’esposizione di una vicenda; come rendere maggiormente comprensibile l’esposizione di un brano di motivazione appositamente preparato; come rendere lessicalmente chiara e tecnicamente precisa l’esposizione di fatti in un capo d’imputazione; come organizzare la motivazione di un provvedimento).

Non mancheranno comunque, allo scopo di preparare una comune base di approccio ai problemi trattati nei gruppi, relazioni frontali su alcuni temi cruciali.

Caratteristiche del corso:

Area: penale l

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura; durata: cinque sessioni (due giorni e mezzo, con inizio al mattino del primo giorno); metodologia: mista (relazioni frontali, tavoli di lavoro a percorso predeterminato, dibattito e eventuale tavola rotonda); numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: magistrati ordinari nominati con D.M. 10 dicembre 2015 e D.M. 18 gennaio 2016.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castelpulci, 29 ottobre 2018 (apertura lavori ore 15.00) – 31 ottobre 2018 (chiusura lavori ore 13.00).

Go to top