biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

P18054 - Storia della magistratura

La storia della magistratura italiana nell’Italia unita rappresenta un patrimonio di esperienze e di valori ai quali l’attività attuale del magistrato non può non riferirsi per trovare le radici del proprio impegno e un insieme di riferimenti professionali e morali che si sono progressivamente radicati nel tempo.

Come documenta una ormai consolidata storiografia specialistica, essa trae origine dalle prime vicende immediatamente postunitarie (quando i nuovi codici e in genere la legislazione dello Stato appena costituito richiesero la preziosa mediazione del giudice come tassello fondamentale di legittimazione dell’ordinamento), per poi “narrare” la lunga e non facile battaglia dei magistrati italiani per l’indipendenza piena dal potere politico, culminata nelle prime provvisorie conquiste dell’età liberale, nella complessa fase della dittatura fascista, nell’impegno per l’applicazione della Costituzione repubblicana nel dopoguerra, sino a giungere alle drammatiche e più recenti vicende del contrasto al terrorismo, alla mafia e alla corruzione.

Il corso mira non solo a documentare questa storia ma ad approfondirne i momenti salienti, le svolte organizzative, le riforme ordinamentali che l’hanno caratterizzata, il contributo anche dei magistrati, nelle varie epoche, attraverso l’attività giurisdizionale e le funzioni esercitate.

Il corso, come nelle edizioni precedenti, accosterà il confronto tra studiosi e magistrati alla conoscenza diretta delle fonti (documenti archivistici, fonti visive e documentarie, memorialistica, biografie di magistrati, testimonianze). Particolare attenzione sarà data al modo in cui la storia della magistratura è rappresentata attualmente nei media. Una relazione sarà dedicata inoltre alla storia del rapporto tra magistratura e avvocatura.

Caratteristiche del corso:

Area: comune l

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali, dibattito, presentazione e discussione di documenti archivistici e visivi, testimonianze di protagonisti, eventuale tavola rotonda); numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: settantacinque magistrati ordinari, dieci magistrati onorari, cinque avvocati.

Eventuali incompatibilità: saranno postergati rispetto ad ogni altro richiedente coloro che risultino essere stati ammessi al corso P17053.

Sede e data del corso: Roma, Sede della Corte suprema di cassazione, 25 giugno 2018 (apertura lavori ore 15.00) – 27 giugno 2018 (chiusura lavori ore 13.00).

Go to top