biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

P18051 - Pratica del processo esecutivo

Dopo le riforme legislative degli ultimi anni, ed in particolare dopo i decreti-legge n. 83 del 2015 e n. 59 del 2016, il legislatore si è preso una pausa.

In assenza di nuove emergenze normative, l’annuale incontro della Scuola sul rito esecutivo potrà essere dedicato ad una complessiva riflessione sullo stato di efficienza e affidabilità del sistema giudiziario nella fase di attuazione coattiva dei diritti.

Saranno quindi trattate le principali questioni applicative in materia di esecuzioni immobiliari, esecuzioni mobiliari e pignoramento presso terzi, compresa la fase di opposizione.

Non mancherà un ampio dibattito mirato alla condivisione e alla circolazione delle prassi interpretative e gestionali e sarà inoltre favorito il confronto fra gli orientamenti di legittimità e l’interpretazione delle norme da parte dei giudici di merito.

Il corso si rivolge alla magistratura togata e alla magistratura onoraria, considerato l’ampliamento delle competenze di quest’ultima stabilito dalla legge n. 57 del 2016.

Caratteristiche del corso:

Area: civile l

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali, dibattito, gruppi di lavoro ed eventuale tavola rotonda); numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: cinquanta magistrati ordinari e trentacinque magistrati onorari addetti a funzioni giudicanti civili, nonché cinque avvocati.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castelpulci 18 giugno 2018 (apertura lavori ore 15.00) – 20 giugno 2018 (chiusura lavori ore 13.00).

Go to top