biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2018FormazioneFormazione PermanenteFormazione Permanente anno 2018P18017- Questioni sul titolo esecutivo: pubblici ministeri, giudici dell’esecuzione e magistrati di sorveglianza a confronto

P18017- Questioni sul titolo esecutivo: pubblici ministeri, giudici dell’esecuzione e magistrati di sorveglianza a confronto

Il corso propone l’approfondimento delle principali e più attuali questioni riguardanti il titolo esecutivo, nell’ottica del reciproco arricchimento professionale che può derivare da una formazione che coinvolga, in un contesto unitario, magistrati del pubblico ministero, giudici della cognizione e magistrati di sorveglianza.

Al fianco d’una ricognizione generale del sistema dell’esecuzione, che si trova al centro d’un vasto progetto di riforma, specie a seguito della legge n. 103 del 2017, sarà condotta una analisi di dettaglio riguardo a questioni problematiche che si pongono in fase esecutiva, nell’epoca della cosiddetta “crisi del giudicato”. Dunque sarà trattato il tema dell’esecuzione nei casi di sopravvenuta dichiarazione di incostituzionalità delle norme incidenti sull’an e sul quantum del trattamento sanzionatorio, o di sopravvenuta modifica legislativa, o ancora di intervento di una Corte sovranazionale. Si discuterà della nuova fattispecie di rescissione del giudicato, dell’ordine di carcerazione ex art. 656 c.p.p., dei casi di esecuzione in costanza di misure cautelari, della esecuzione di titoli stranieri (MAE; estradizione). Sarà proposta anche una ricognizione dei principali aspetti procedimentali del giudizio di esecuzione e di quello di sorveglianza.

A livello metodologico, i momenti di discussione comune (che mirano a realizzare l’obiettivo del corso, d’una migliore e condivisa percezione dei temi dell’esecuzione) si alterneranno al lavoro in gruppi ristretti, formati su base funzionale, al fine di favorire una analisi tecnica di dettaglio di questioni specifiche.

Caratteristiche del corso:

Area: penale l

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali, dibattito, gruppi di lavoro ed eventuale tavola rotonda); numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: settantacinque magistrati ordinari con funzioni penali, dieci esperti componenti di Tribunali di sorveglianza, cinque avvocati.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castelpulci, 7 marzo 2018 (apertura lavori ore 15.00) – 9 marzo 2018 (chiusura lavori ore 13.00).

Go to top