biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

P18003 - Il lavoro nelle cooperative e la cessione di ramo aziendale

La legge n. 142 del 2001, volta a regolare la posizione di socio lavoratore dipendente di cooperativa e modificata dalla legge n. 30 del 2003, è stata oggetto di interpretazioni contrastanti in merito alla duplicità del rapporto sociale/rapporto di lavoro e, in particolare, riguardo alla questione del coordinamento tra le discipline applicabili in caso di cessazione del rapporto associativo e del rapporto di lavoro del socio lavoratore.

 A fronte di un orientamento giurisprudenziale che non è stato univoco, la Sezione lavoro della Corte di cassazione (ordinanze interlocutorie n. 13030/2017 e n. 13031/2017 del 24 maggio 2017) ha investito le Sezioni Unite allo scopo di dirimere i contrasti registrati nell’individuazione delle tutele applicabili in caso di licenziamento. Il quesito essenziale attiene al fatto se al socio lavoratore di cooperativa sia applicabile la tutela dell’art.18 dello Statuto dei lavoratori ovvero se si applichi il cd. “rito Fornero” o il rito ordinario, e si tratta anche di stabilire quale sia il regime della prescrizione applicabile.

Proprio la duplicità del rapporto sociale/rapporto di lavoro si profila come problematica qualora, ai sensi dell’art. 2112 c.c., come accade frequentemente in alcuni settori produttivi, la cessione di azienda o di ramo aziendale avvenga a favore di una società cooperativa.

Partendo dal dibattito “in fieri” e dagli orientamenti della giurisprudenza, il corso ha lo scopo di fare il punto sulla situazione attuale, per offrire ai giudici nella loro formazione specialistica l’analisi degli istituti rilevanti, affiancata da una disamina sul contesto economico e sugli effetti - giuridici e non – delle decisioni adottate nelle aule di Tribunale.

Caratteristiche del corso:

Area: civile l

Organizzazione: Scuola superiore della magistratura; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali e dibattito); numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: ottanta magistrati ordinari (con funzioni civili e del lavoro), cinque avvocati, cinque funzionari del Ministero della giustizia.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castelpulci, 22 gennaio 2018 (apertura lavori ore 15.00) –  24 gennaio 2018 (chiusura lavori ore 13.00).

Go to top