biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2017P17082 - Il fatto di particolare tenuità e la messa alla prova: questioni sostanziali e problemi processuali

P17082 - Il fatto di particolare tenuità e la messa alla prova: questioni sostanziali e problemi processuali

Negli ultimi anni l’agire del legislatore per una deflazione del sistema penale si è fatto più deciso, con strategie differenziate. Al fianco dei tradizionali interventi di decriminalizzazione (per altro attuati con rilevanti innovazioni, prima delle quali l’istituzione delle sanzioni civili ‘punitive’ da affiancare alla prestazione risarcitoria), sono state adottate discipline idonee a differenziare, sull’onda d’un dibattito in corso da molti anni, la qualità e la stessa attuazione della risposta punitiva, in relazione alle caratteristiche del caso concreto e secondo una logica di apprezzamento della ridotta offensività e della ridotta pericolosità.

 

A questa logica di fondo si sono ispirati interventi diversi, per oggetto e per strumenti attuativi, come per un verso la disciplina della messa alla prova (già nota al diritto minorile e innovativamente estesa all’intero), che può condurre all’estinzione del reato, introdotta con la legge n. 67 del 2014 (la stessa recante delega per la decriminalizzazione di numerose fattispecie); per altro verso, sempre valendosi della medesima delega legislativa, e riprendendo anche in questo caso logiche sperimentate nel processo penale minorile ed in quello per reati di competenza del giudice di pace, il Governo ha generalizzato l’istituto della non punibilità per i fatti di “particolare tenuità” (d.lgs. n. 28 del 2015).

Il tempo trascorso dall’entrata in vigore delle normative sommariamente citate consente, ed anzi impone, un primo sforzo di verifica del concreto impatto che le riforme stanno esercitando nel sistema di giustizia penale, guardando sia ai problemi interpretativi emersi sull’uno e sull’altro versante (con produzione giurisprudenziale già abbondante, anche al massimo livello), sia alle soluzioni pratiche adottate negli uffici, anche attraverso rilevazioni demandate ai Relatori che verranno designati, i cui esiti saranno posti ad oggetti di discussioni in gruppi separati, per funzioni e/o per qualità delle tematiche emerse.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castelpulci, 16-18 ottobre 2017.

Go to top