biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2017P17072 - Il linguaggio della giurisdizione

P17072 - Il linguaggio della giurisdizione

Il corso intende proseguire l’approfondimento tematico sul “linguaggio dei giudici” e sul “linguaggio della giurisdizione” nell’ineliminabile confronto con il “linguaggio comune”.

Il lessico giuridico, pur nella sua caratterizzazione linguistica, ha la necessità di poter essere immediatamente decifrato ed inteso dai non addetti ai lavori e non può fare a meno di chiarezza, semplicità, garbo stilistico e sintesi.

La corretta struttura linguistica del provvedimento giudiziario consente alle parti ed alla società di comprendere il messaggio racchiuso nel dispositivo e di intendere la distribuzione dei torti e delle ragioni, le riflessioni sui diritti e persino l’evoluzione del pensiero giuridico e della società. Ed è per questo che i giuristi avvertono sempre più la necessità di uno studio approfondito del linguaggio parlato e scritto, sia per affinare le tecniche di redazione del provvedimento giudiziario, sia per migliorare le tecniche di discussione e di orazione.

 Sul fronte delle novità legislative, i numerosi tentativi di codificazione dei principi di sintesi di redazione dei provvedimenti, e l’utilizzo delle nuove modalità (telematiche) di invio degli atti giudiziari, condizionano anche la struttura linguistica e le modalità di scrittura degli atti stessi. In tale mutato panorama legislativo, segnato anche da fonti non primarie (ad esempio, circolari interne agli Uffici), ancora più forte si avverte la necessità di una riflessione, a tutto campo, nel settore linguistico.

L’ausilio di esperti linguisti e la prestigiosa collaborazione dell’Accademia della Crusca consentiranno di sviluppare un nuovo capitolo di approfondimento, per scandagliare i vari settori della giurisdizione e le varie tipologie di atti e provvedimenti (anche nelle modalità redazionali).

L’approfondimento meditato sul valore e sulla forza espressiva del linguaggio giuridico, ancora una volta, saprà fornire ai magistrati lo stimolo per racchiudere nel provvedimento l’essenza della giurisdizione, preservando ed affermando uno dei valori fondanti del moderno Stato di diritto.

Sede e data del corso: Firenze, 18-20 settembre 2017.

Go to top