biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2017P17039 - La disciplina delle patologie mentali nel diritto penale sostanziale e processuale

P17039 - La disciplina delle patologie mentali nel diritto penale sostanziale e processuale

Il tema della patologia di mente, nell’ottica della giurisdizione penale, è stato naturalmente segnato dall’evoluzione delle discipline scientifiche pertinenti (psichiatria, neuroscienze ed altre discipline complementari). Dunque le questioni riferibili all’imputabilità, che segna il quadro del diritto sostanziale in materia, hanno sempre richiesto precisazioni ed aggiornamenti, pur a fronte della stabilità delle norme di riferimento. Il corso si propone dunque, ed anzitutto, di produrre una riflessione aggiornata sulle condizioni patologiche che incidono sull’imputabilità e, più in generale, sulla punibilità.

 

Una riflessione analoga è imposta, a maggior ragione, dalla recente riforma in materia di Ospedali psichiatrici giudiziari, avviata con la legge n. 9 del 2012, ed oggetto di una faticosa ed incompiuta progressione, sebbene siano da tempo scaduti, per la completa sua attuazione, anche i termini più volte prorogati. La coesistenza di fatto le vecchie strutture detentive e le nuove Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza ha determinato disuguaglianze ed incertezze applicative, che il corso si propone di ricostruire e di affrontare, nel tentativo di favorire prassi condivise e strategie comuni di superamento della transizione.

Non mancherà una sessione centrata sulla procedura di accertamento della condizione patologica, a fini cautelari come a scopo di verifica dell’imputabilità nel giudizio di merito, con particolare attenzione al tema del rapporto tra malattia di mente e pericolosità sociale dell’individuo. Sarà inoltre studiata in dettaglio la recente riforma delle misure di sicurezza (legge n. 81 del 2014), che ha introdotto novità di grandissimo rilievo (termini di durata massima, sussidiarietà delle misure detentive, riduzione degli automatismi nell’applicazione, ecc.).

Infine, nel quadro introdotto dalla sentenza della Corte costituzionale n. 45 del 2015, e nell’attesa degli interventi legislativi da più parti invocati per l’integrazione o la sostituzione della disciplina scaturita dall’intervento della Consulta, sarà trattato il tema dello “eterno incapace” e dei connessi problemi di diritto sostanziale e processuale.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castelpulci, 10-12 maggio 2017

Go to top