biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2016P16047 - Il giudizio penale d’appello

P16047 - Il giudizio penale d’appello

La tradizione giuridica italiana ci consegna il giudizio penale di secondo grado come rito essenzialmente cartolare, nel quale l’assunzione diretta delle prove da parte del giudice costituisce esperienza eccezionale in forza del consolidato principio giurisprudenziale di completezza dell’istruzione dibattimentale compiuta in primo grado. Sulla scorta di ripetute decisioni della Corte europea per i diritti dell’uomo, che hanno ritenuto non conforme alla C.E.D.U. un secondo processo in cui, nell’ipotesi di diversa valutazione delle prove rispetto al primo grado, non si fosse provveduto alla loro riassunzione, il modello è entrato in crisi ed è attualmente in discussione in Parlamento un disegno di riforma che apporta significative innovazioni alla fase dell’ appello. Tutto ciò s’aggiunge alle sempre attuali questioni, che pure saranno oggetto di approfondimento, concernenti l’effetto devolutivo, l’identificazione del requisito della specificità dei motivi e la necessità di coniugare le peculiarità del rito di secondo grado con le esigenze di speditezza del processo.

Castelpulci, 08-10 giugno

Go to top