biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeFormazione permanenteFormazione permanente anno 2016P16038 - Libertà e segretezza delle comunicazioni

P16038 - Libertà e segretezza delle comunicazioni

La libertà e la segretezza delle comunicazioni, di cui l’art. 15 della Costituzione proclama l’inviolabilità, può essere limitata solo per atto motivato dell’autorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge. Nel disegno del costituente la norma primaria dunque non può limitarsi a prevedere i casi in cui sia consentito il sacrificio della libertà ma deve, in positivo, prevedere espressamente le garanzie attraverso le quali la limitazione si attua. Sono noti i problemi tecnici concernenti i presupposti per il ricorso alle intercettazioni ed all’utilizzabilità dei relativi esiti. Da ultimo si è posta con forza la questione della tutela della segretezza delle comunicazioni dei soggetti immuni e di quelle fra difensore e patrocinato; nonché quella, il cui rilievo continua ad essere oggetto dell’attenzione anche del legislatore, della riservatezza delle comunicazioni non pertinenti, che involge i confini stessi dell’accertamento giudiziario a tutela del diritto alla riservatezza di chiunque sia coinvolto in una indagine, imputato compreso. Il corso si propone di fare il punto sulla situazione e analizzare le prospettive di riforma.

Castelpulci, 09-11 maggio

 

Go to top