biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeDocumentazioneArchivio

CIRCOLARE INFORMAZIONI LOGISTICHE PER I MOT D.M. 2 MAGGIO 2013

Leggi il testo della circolare da questo link.

Scarica il scheda di prenotazione valevole dal 02/10/2013 

Stage dei magistrati in tirocinio presso la Banca d'Italia e l'Avvocatura dello Stato

fotostageNel periodo 15 - 26 aprile 2013 i magistrati in tirocinio nominati con DM 8.6.2013, grazie alla cortese collaborazione dell'Avvocatura Generale dello Stato e della Banca d'Italia, svolgono stage esterni presso tali due enti, nelle loro articolazioni territoriali su basi distrettuali o interdistrettuali. Lo stage presso l'Avvocatura consentirà ai giovani magistrati, in generale, di confrontarsi "dall'interno" sia con l'esercizio della funzione defensionale, sia con gli aspetti pratici del contenzioso seguito dagli avvocati dello Stato (anche presso i giudici amministrativi). Le giornate di formazione presso la Banca d'Italia, cui partecipano in molte sedi ispettori e funzionari dell'Amministrazione centrale, saranno finalizzate all'approfondimento del contesto economico in cui si inserisce l'attività del magistrato, con specifico riferimento alla vigilanza bancaria, ai compiti peritali, all'antiriciclaggio, all'arbitro bancario e finanziario. Il coordinamento è assicurato dalle strutture territoriali della Scuola. Si tratta di un'ulteriore esperienza "esterna" del nuovo tirocinio, dopo quelle completate negli istituti di pena e negli uffici di cancelleria.

Il programma delle settimane di tirocinio mirato per i magistrati in tirocinio (D.M. 8.6.2012)

fotomiratoLa sessione presso la Scuola superiore della magistratura riservata ai magistrati in tirocinio "mirato" è strutturata in modo innovativo.
Le indicazioni fornite dagli stessi giovani magistrati durante il tirocinio “generico” e, in maniera ancor più sensibile, l’esigenza generale di adottare – allorché il magistrato si avvicina allo svolgimento delle funzioni - un modulo formativo flessibile e, nella misura del possibile, “personalizzato”, hanno suggerito di accentuare un'offerta di moduli di approfondimento professionale il piú possibile corrispondenti alle tipologie di attività  prevalenti presso il primo ufficio di destinazione.
In questo senso nelle singole settimane di lavoro presso la Scuola, oltre alle relazioni previste nei segmenti mattutini su temi di interesse generale, sia per il settore penale (requirente e giudicante) che per quello civile, si propongono (contemporaneamente e alternativamente) attività pomeridiane strutturate lungo "percorsi" tematici (di quattro giorni ciascuno) di apprendimento teorico-pratico, coordinate da un esperto formatore.
In tal modo, ciascun magistrato in tirocinio, sulla base della propria destinazione a funzioni determinate presso un ufficio dimensionalmente e territorialmente individuato, sarà in ampia parte protagonista delle scelte formative che lo riguardano, potendo “optare” in riferimento a ciascuna settimana per il "corso-percorso" pomeridiano di suo maggiore interesse, in relazione ai “bisogni” formativi dallo stesso tirocinante “percepiti”, realizzandosi cosí un'autoformazione improntata alla massima elasticità, e in quanto tale assai prossima ai caratteri che assumerà successivamente, per lo stesso giovane magistrato,  la formazione complementare e, poi, quella permanente.

Programma delle settimane di formazione interdisciplinare per i magistrati ordinari in tirocinio nominati con D.M. 8 giugno 2012

motinterIl periodo residenziale dei magistrati in tirocinio generico presso la Scuola si conclude con due sessioni dedicate rispettivamente alla tematiche internazionali ed alle questioni di legittimitá cosituzionale, oltre che ai profili di ordinamento giudiziario.
Le attivitá della prima settimana, dedicata all'esame della giurisprudenza della CEDU ed alle forme di cooperazione giudiziaria civile e penale, si svolgeranno in collaborazione con l'Istituto Universitario Europeo di Fiesole. Nella settimana successiva, la disamina delle attribuzioni del magistrato ove venga proposta nel corso di un giudizio un'eccezione di legittimitá costituzionale, precederá, secondo un programma interdisciplinare, l'approfondimento dei temi di ordinamento giudiziario di maggior interesse per i magistrati in tirocinio, alla vigilia della scelta della prima destinazione professionale.

Circolare logistica per i docenti della scuola

Leggi il testo della circolare nel pdf allegato

Valutazione delle attività formative

valutazione corsiLa rilevazione delle valutazioni periodicamente espresse dagli utenti sulle attività di formazione costituisce un importante contributo per il miglioramento della qualità dei corsi e della loro corrispondenza alle esigenze dei partecipanti.
La Scuola Superiore della Magistratura, per evitare qualsiasi pericolo di autoreferenzialità, specie nella fase di avvio delle proprie attività didattiche, provvede per ogni corso ad acquisire, su apposite schede, il contributo valutativo dei suoi utenti, opportunamente analizzato e valorizzato, sia per poter misurare approfonditamente i programmi, sia per ottimizzare l’offerta formativa.
Mentre i riscontri relativi alle attività di collaborazione didattica individuale costituiscono un archivio interno, funzionale alla selezione dei docenti, i dati valutativi relativi ad ogni singolo corso sono offerti alla consultazione degli utenti, nelle apposite voci "valutazione delle attività formative" , inserite nei settori del sito relativi alla formazione iniziale, alla formazione permanente, ed alla formazione della magistratura onoraria.
Si intende così evidenziare il rilievo attribuito dalla Scuola al processo di feedback, inteso a tenere conto dei risultati delle sue attività per poterle migliorare.

Altri articoli...

Go to top