biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

Home

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE A CORSI CON METODOLOGIA E-LEARNING

logo

Come già indicato sin dal momento della presentazione dell’attività formativa per l’anno 2017, la Scuola ha deciso di proseguire nell’esperienza dei corsi di formazione a distanza (e-learning).
Il modulo formativo, collaudato da tempo, si articola in una prima fase, della durata da sei ad otto settimane, che si svolge a distanza in via telematica e coinvolge i partecipanti in un dibattito guidato sui tema prescelti dall’esperto formatore. La seconda e conclusiva fase ha la natura di riunione plenaria dei partecipanti ed è finalizzata alla discussione conclusiva degli argomenti dibattuti nella fase a distanza ed alla formazione di un documento di sintesi. L’ammissione alla riunione plenaria è riservata a coloro che avranno pienamente partecipato alla fase a distanza ed il rilascio dell’attestato di partecipazione è riservato a coloro che avranno preso parte ad entrambe le fasi del corso.
La Scuola superiore della magistratura pubblica oggi un bando per la partecipazione a tre corsi e-learning, dei quali uno in materia di diritto del lavoro (P17099) ed uno in materia civile (P17100) riservati, ognuno, a 40 magistrati in tirocinio con funzioni di diritto del lavoro e civili degli ultimi due concorsi (D.M. 2.5.2013 e D.M. 20.2.2014), ed un terzo in materia penale (P17101) destinato a 40 magistrati ordinari con funzioni requirenti e giudicanti penali.


I magistrati interessati devono comunicare la propria disponibilità a partecipare ai corsi, cliccando qui, dopo aver eseguito il login,entro il 20 SETTEMBRE 2017.

AVVISO PER GLI AMMESSI AL CORSO T17023

Si comunica che il corso T17023 previsto a Siena dal 29 settembre al 01 ottobre 2017 si terrà a Villa Castelpulci (Scandicci) presso la Scuola.

Ammissioni al programma di scambi  AIAKOS 2017

aiakos

E’ stata completata la procedura per la selezione dei magistrati ordinari in tirocinio da proporre alla Rete Europea di Formazione Giudiziaria (EJTN) per la partecipazione al programma di scambi AIAKOS.

La delibera di approvazione del Comitato Direttivo può essere consultata qui.

CORSO STRAORDINARIO DI FORMAZIONE "IL CONTRASTO ALLE AGROMAFIE, STRUMENTI NORMATIVI E TECNICHE DI INDAGINE"

logo

Il Consiglio Superiore della Magistratura e la Scuola Superiore della Magistratura, in collaborazione con l’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare, organizzano un incontro di studi, su Il contrasto alle agromafie. Strumenti normativi e tecniche di indagine.

Il corso si svolgerà in data 13 luglio 2017 ed avrà luogo presso la sede del Consiglio Superiore della Magistratura.L’influenza della criminalità organizzata sulle attività di produzione agricola appare imponente, e provoca rilevanti danni economici, nonché lesioni per diritti fondamentali della persona e dei lavoratori. L’uso di sostanze vietate o pericolose; la violazione delle prescrizioni concernenti la sicurezza e la genuinità degli alimenti, nonché la stessa integrità dell’ambiente; lo sfruttamento disumano dei lavoratori, spesso approfittando della loro condizione di stranieri in posizione irregolare: il contrasto a tali condotte non può svilupparsi solo sul piano giudiziario, e deve anzi trovare fondamento e linfa nelle scelte politiche ed economiche più opportune. Nella prospettiva giudiziaria, appare indispensabile lo scambio di esperienze, nozioni ed informazioni sull’attuale fisionomia del fenomeno.

INTERPELLO STRAORDINARIO PER LA PARTECIPAZIONE ALL’INCONTRO DI STUDIO “P17074- CORSO DUPLICATO MISURE ORGANIZZATIVE E BUONE PRASSI NELLA GESTIONE DEL CONTENZIOSO CIVILE”, SCANDICCI 25-27 SETTEMBRE 2017.

copertina 2017

Come già indicato sin dal momento della presentazione dell’attività formativa del 2017, la Scuola ha deciso di duplicare l’organizzazione dei corsi che hanno ottenuto il maggior numero delle domande di partecipazione.
Tra questi corsi vi è quello relativo alle “Misure organizzative e buone prassi nella gestione del contenzioso civile”, tenutosi a marzo e che sarà riproposto, con alcune limitate modifiche, il prossimo 25-27 settembre.
Al fine di favorire la più ampia partecipazione al corso e per consentire al maggior numero possibile di colleghi di potere adempiere ai propri obblighi formativi, il Comitato Direttivo della Scuola Superiore della Magistratura ha deliberato di aprire la partecipazione all’incontro a n. 40 magistrati ordinari con funzioni giudicanti civili.
I magistrati interessati devono far pervenire la propria disponibilità a partecipare all’incontro indicato in oggetto tramite il sito internet della Scuola, nella sezione "i miei corsi" raggiungibile dopo aver eseguito il "login", entro le ore 24 del 3 luglio 2017.
Qualora le dichiarazioni di disponibilità siano più dei posti disponibili, la Scuola provvederà a selezionare gli ammessi, in principalità dando la preferenza a coloro i quali non frequenteranno altri corsi nel 2017, in via gradata assicurando la rappresentanza al maggior numeri di distretti possibile, in via residuale facendo applicazione dei criteri generali valevoli per tutti i corsi di formazione permanente.
I partecipanti potranno avvalersi della Cisalpina per l’emissione dei titoli di viaggio e per la prenotazione alberghiera, secondo i tradizionali sistemi di prenotazione.

Avviso di pubblicazione del materiale del corso P15076

Nella sezione dedicata alla documentazione dei corsi, è possibile visionare il materiale del corso P15076 "Il processo penale del Giudice di Pace" svolto si dal 4 al 6 novembre 2015 a Scandicci.

SOTTOSCRITTO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA SCUOLA SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA E L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE

Roma3Roma, 7 giugno 2017. Il Presidente del Comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura, prof. Gaetano Silvestri, e il Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre, prof. Mario Panizza, hanno sottoscritto in data odierna un Accordo di collaborazione finalizzato ad accrescere il livello dell’offerta formativa rivolta ai magistrati e, contestualmente, della ricerca scientifica e della didattica universitaria.

L’attuazione dell’Accordo, già resa operativa in virtù di una specifica Convenzione con il Dipartimento di Giurisprudenza dell’università - firmata in pari data dal Presidente Silvestri e dal Direttore del Dipartimento, prof. Giovanni Serges - prevede l’organizzazione comune di eventi formativi, a cui potranno partecipare magistrati, docenti universitari e studenti, nonché la messa a disposizione, da parte dell’università, delle strutture didattiche per i corsi di formazione della Scuola in programma a Roma.

 

UNA SECONDA SQUADRA ITALIANA DI MOT SI QUALIFICA PER LA FINALE DELLA COMPETIZIONE THEMIS

Themis2La squadra italiana di magistrati in tirocinio, composta da Alessandro Azzaroli, Manuela Granata e Lorenzo Sandulli e guidata da Francesco Cortesi dell’Ufficio del Massimario e del Ruolo della Corte di cassazione, ha superato a Vilnius la semifinale in materia di cooperazione giudiziaria nel settore civile della competizione Themis della Rete Europea di Formazione Giudiziaria. La squadra di magistrati in tirocinio ha presentato una tesi in materia di insolvenza transfrontaliera e, pur giungendo al secondo posto dietro la squadra francese,  ha ottenuto dalla giuria internazionale la valutazione di “best exam”. Così, in attesa del risultato dell’ultima squadra italiana in gara che parteciperà alla semifinale di Budapest sulla deontologia nel mese di luglio, è certo che almeno due squadre italiane si affronteranno nella finale di Bucarest nel mese di novembre, sul tema dei diritti umani.

La squadra italiana di magistrati in tirocinio, composta da Alessandro Azzaroli, Manuela Granata e Lorenzo Sandulli e guidata da Francesco Cortesi dell’Ufficio del Massimario e del Ruolo della Corte di cassazione, ha superato a Vilnius la semifinale in materia di cooperazione giudiziaria nel settore civile della competizione Themis della Rete Europea di Formazione Giudiziaria. La squadra di magistrati in tirocinio ha presentato una tesi in materia di insolvenza transfrontaliera e, pur giungendo al secondo posto dietro la squadra francese,  ha ottenuto dalla giuria internazionale la valutazione di “best exam”. Così, in attesa del risultato dell’ultima squadra italiana in gara che parteciperà alla semifinale di Budapest sulla deontologia nel mese di luglio, è certo che almeno due squadre italiane si affronteranno nella finale di Bucarest nel mese di novembre, sul tema dei diritti umani. 

INTERPELLO PER SCAMBI BILATERALI, SCAMBI SPECIALI, SCAMBI DI PRESIDENTI DI TRIBUNALI E PROCURATORI DELLA REPUBBLICA E PER LO SCAMBIO AIAKOS.

scambiLa Scuola ha il piacere di annunciare quattro nuovi interpelli per scambi tra autorità giudiziarie, che avranno luogo nella seconda metà del 2017 nell’ambito della collaborazione con la Rete Europea di Formazione Giudiziaria (EJTN).
Al riguardo, la Scuola pubblica oggi un primo interpello (che può leggersi qui) per scambi cosiddetti “bilaterali”, nell’ambito dei quali un Tribunale oppure un ufficio di Procura di uno Stato Membro dell’Unione Europea invia un gruppo di giudici o pubblici ministeri presso un Tribunale od un ufficio di Procura di un altro Stato Membro. L’ammissione allo scambio presuppone un accordo preventivo con l’istituzione ospitante e l’invio di un progetto, il cui contenuto è descritto nel bando. La riposta all’interpello dovrà pervenire, unitamente al progetto, all’indirizzo internazionale@scuolamagistratura.it entro le ore 18.00 del 23 giugno 2017.
Un secondo interpello contempla scambi “speciali” riguardanti i seguenti settori dell’attività giudiziaria: diritto dell’ambiente; diritto della concorrenza (antitrust); diritto d’asilo ed alla protezione internazionale; mediazione; diritto del lavoro; diritto bancario; diritto commerciale; diritto contrattuale; anti-terrorismo; diritto dell’economia; diritto di famiglia; reati finanziari; diritto dell’insolvenza; crimine organizzato; diritto sanitario; diritto tributario. L’interpello (che può leggersi qui) è destinato a giudici e pubblici ministeri che esercitano attività giudiziaria nei settori indicati. La procedura per l’interpello prevede la presentazione di istanze “informatizzate” attraverso un modulo “on-line" disponibile nel sito internet della Rete Europea di Formazione Giudiziaria. Si consiglia di non utilizzare la procedura nel giorno di scadenza dell’interpello, essendo prevedibili sovraccarichi del sito e possibili disservizi. La scadenza per questo interpello è il 23 giugno 2017.

Il terzo interpello (che può leggersi qui) prevede uno scambio riservato a Presidenti di Tribunale e Procuratori della Repubblica. Anche in questo caso la procedura per l’interpello prevede la presentazione di istanze “informatizzate” attraverso il modulo “on-line" disponibile nel sito internet della Rete Europea di Formazione Giudiziaria. La scadenza per questo interpello è pure il il 23 giugno 2017.

Il quarto interpello, che può leggersi qui, riguarda lo scambio AIAKOS riservato ai magistrati in tirocinio nominati con D.M. 3 febbraio 2017. La dichiarazione di disponibilità allo scambio deve pervenire all’indirizzo internazionale@scuolamagistratura.it entro le ore 20.00 del 14 giugno 2017.

Altri articoli...

Pagina 2 di 19

Go to top