biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

Home

Sottoscritto un protocollo di iniziative formative tra la Scuola superiore della magistratura e il Consiglio di presidenza della Giustizia Tributaria

IMG 1363Sottoscritto un protocollo di iniziative formative tra la Scuola superiore della magistratura e il Consiglio di presidenza della Giustizia Tributaria.

Il 24.11.2015, in occasione del corso “Giudici comuni e Corte Costituzionale”, aperto anche alla partecipazione giudici tributari, il presidente della S.S.M. prof. Valerio Onida e il sen. avv. Luigi Cavallaro, presidente del Consiglio di presidenza della Giustizia Tributaria, hanno sottoscritto un protocollo di intesa per iniziative formative comuni.

 

"Professione magistrato”: identità e immagine della magistratura nell'Italia di oggi

copLa Scuola superiore della magistratura ospita, dal 30 novembre al 2 dicembre, un corso dedicato a "Professione magistrato”: identità e immagine della magistratura nell'Italia di oggi, che costituisce una prima sede di riflessione sui risultati della ricerca intrapresa dalla Scuola in accordo con l’Associazione Nazionale Magistrati, e attuata con l’invio a tutti i magistrati togati in servizio, di un questionario di tipo demoscopico, cui ha fatto seguito una seconda fase di ricerca rivolta all’opinione pubblica all’esterno della magistratura.

I risultati dell’indagine sono stati introdotti dagli autori del Rapporto di ricerca – il dott. Nadio Delai (sociologo, presidente dell’Istituto Ermeneia) e il prof. Stefano Rolando (docente di Teoria e tecniche della comunicazione pubblica all’Università Iulm di Milano) e poi discussi, con la presenza di esperti di ricerca sociale (tra cui il prof. Ilvo Diamanti -slide- e il prof. Franco Rositi).

Sono qui pubblicate le slide con alcuni dati qualitativi e quantitativi commentati ricavati dalla ricerca, la cui integrale pubblicazione avverrà prossimamente.

Scade il 4 dicembre il termine per le iscrizioni al “corso di inglese giuridico e-learning” (CIGEL) 2015 per l’apprendimento della lingua inglese su piattaforma Moodle.

Logo Legal EnglishDato il grande successo dell’edizione precedente, la Scuola superiore della magistratura propone anche per il 2015 un corso "e-learning" di inglese giuridico (CIGEL).

Stante la prevedibile partecipazione di magistrati almeno in parte già fruitori del precedente corso, i materiali e le tematiche saranno completamente nuove, ferma restando la trattazione del sistema grammaticale della lingua.

Le nuove tematiche includono fra l’altro: Administrative Law, EU Migration Law and the Dublin Agreement, the European Court of Human Rights, Privacy Law and the Right to be Forgotten, ecc.

E’ richiesto un livello pre-intermedio di competenza nella lingua inglese (A2+ nel Quadro comune europeo di riferimento). I partecipanti, previo un level test, saranno divisi in due gruppi distinti: uno pre-intermedio/medio (B1) e l’altro medio/avanzato (B2/C1).

Il corso sarà strutturato su dodici moduli (che si apriranno circa ogni tre settimane), ognuno dei quali dedicato ad un tema diverso.

Il corso partirà il 15 novembre 2015, con l’apertura delle iscrizioni secondo le istruzioni da leggersi qui; le iscrizioni si chiuderanno venerdì 4 dicembre 2015, alle ore 12.

Si consiglia di evitare di iscriversi nelle giornate immediatamente precedenti o nella giornata di scadenza, potendo verificarsi disservizi.

 

Incontro di studi presso il Consiglio di Stato in tema di Corti europee

ImmagineIn data 18 dicembre 2015, dalle ore 10 in poi, presso la Sala di Pompeo del Consiglio di Stato in Roma, Piazza Capo di Ferro, 13, si svolgerà l’incontro di studi “Le Corti europee viste dall'interno: organizzazione, metodo di lavoro e prassi” organizzato, nell’ambito delle attività della Rete Europea di Formazione Giudiziaria, dall’Ufficio studi, massimario e formazione della Giustizia Amministrativa. L’incontro è aperto, senza oneri per gli organizzatori né per la SSM, ai magistrati ordinari, cui si suggerisce di accreditarsi mediante email a segreteriaufficiostudi@giustizia-amministrativa.it. La locandina può leggersi qui.

Prorogata al 4 dicembre la scadenza dell'interpello per scambi presso Uffici giudiziari o presso Scuole della magistratura di Paesi UE ed eventuali tirocini a lungo termine presso Eurojust, CGUE e CEDU

In relazione all'annuncio di seguito riportato, pubblicato il 13.11 u.s., si comunica che, su istanza di Scuole di altri paesi, il termine originario di presentazione delle istanze è stato differito dalla Rete europea al 4 dicembre, trattandosi della prima implementazione di un modulo "online" uniforme.

dreamstime m 20086199 4 people holding puzzle pieces - resized

A Belgian trainer on exchange in Estonia:

"Participating in the Exchange Programme brought only benefits:

to witness the way in which another European country faces the same challenges in a different way,

with a different organization, gives opportunities for debate and allows one to return to their home countries inspired and with new ideas”.

 

La Scuola ha il piacere di annunciare che, nell’ambito della collaborazione con la Rete europea di formazione giudiziaria, anche per il 2016 si rendera' possibile per i magistrati ordinari italiani partecipare a scambi tra autorita' giudiziarie, tirocini e visite di studio organizzati da Scuole della magistratura di altri paesi dell’Unione europea o da istituzioni europee.

Al riguardo, la Scuola pubblica oggi un interpello (che puo’ leggersi, previa autenticazione con password al sito della Scuola, qui) relativo a circa 87 posti (meglio a definirsi successivamente), per scambi a breve termine, individuali e di gruppo, per magistrati giudicanti/requirenti presso Uffici giudiziari ovvero per magistrati formatori presso Scuole della magistratura di Paesi UE.

La Scuola, poi, si e' impegnata alla selezione di magistrati italiani per tirocini a lungo termine presso Eurojust, Corte di Giustizia UE e Corte Europea dei diritti dell’uomo solo per il 2017, in base a selezione che sara' effettuata a fine 2016. Nel 2016, tuttavia, potrebbero rendersi disponibili comunque posti, in numero limitato, per tali tirocini lunghi, per cui la Scuola pubblica nel presente interpello anche tali posti meramente eventuali.

Uno o piu' successivi interpelli avranno, infine, ad oggetto visite di studio presso istituzioni europee e/o scambi destinati a magistrati specializzati.

L’interpello ha scadenza il 30 novembre 2015 e prevede la presentazione di istanze informatizzate direttamente, attraverso un modulo “online", alla Rete europea di formazione giudiziaria. Si consiglia di non utilizzare la procedura negli ultimi giorni prima della scadenza, essendo prevedibili sovraccarichi del sito e possibili disservizi.

La presentazione della domanda “online” presuppone l’attenta lettura sia dell’interpello della Scuola italiana che dell’apposito “Tutorial” predisposto in allegato ad esso (ove, ad es., si danno istruzioni circa la corretta compilazione di alcuni campi del modulo informatizzato e si chiarisce che non debbono caricarsi documenti, benché il modulo informatizzato lo consenta).

Interpello per la partecipazione al corso fuori programma riservato ai giudici di pace penali: FPFP15011 - "Uno contro tutti: Il procedimento penale davanti al giudice di pace". Bologna, 10-11 dicembre 2015

images BOAll’incontro in oggetto, organizzato dalla struttura territoriale di formazione di Bologna, sono ammessi a partecipare, oltre ai giudici di pace operanti nel distretto di Corte d'Appello di Bologna, quindici giudici di pace addetti a funzioni penali provenienti da distretti diversi. Il programma può essere scaricato cliccando qui. Gli ammessi saranno selezionati secondo i criteri generali valevoli per i corsi di formazione permanente, dandosi preferenza a chi non abbia partecipato a corsi di formazione per l'anno in corso. I partecipanti potranno avvalersi della Carlson Wagonlit Travel per l’emissione dei biglietti. La Scuola provvederà alla sistemazione alberghiera a Bologna per la notte del 10 dicembre.


Per partecipare è necessario aderire all’interpello cliccando qui. Scadenza delle domande il 20 novembre 2015.

Delibera di ammissione

IL DIRETTIVO DELLA SCUOLA RICEVUTO AL QUIRINALE

IMG 1313 miniIl 23 novembre u.s. il comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura, con il suo segretario generale, approssimandosi il termine del mandato, è stato ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Il prof. Onida ha illustrato i risultati conseguiti dalla Scuola nel periodo di sua prima attivitá, ricevendo l'apprezzamento ed il ringraziamento del Capo dello Stato per l'opera svolta.

Interpello per la nomina di formatori decentrati (magistrati onorari)

E' stato pubblicato un bando per l'acquisizione di disponibilità di magistrati onorari per l'incarico di formatore decentrato per il distretto di Reggio Calabria (FD15036) e di Catanzaro (FD15037), la domanda scade il 05 dicembre 2015.

Le dichiarazioni di disponibilità possono essere inoltrate solo per via telematica cliccando qui.

Gli aspiranti devono essere iscritti all'albo dei docenti e aggiornare il relativo profilo.

Sottoscritto un protocollo di iniziative formative tra la Scuola superiore della magistratura e l’Accademia della Crusca

firmacruscaIl 17.11.2015, presso la sede della Scuola superiore della magistratura, il presidente della S.S.M. prof. Valerio Onida e il prof. Claudio Marazzini, presidente dell’ Accademia della Crusca, hanno sottoscritto un protocollo di intesa che per iniziative formative comuni, inteso ad incrementare l’offerta formativa della Scuola della magistratura che, sin dal suo esordio, ha organizzato sia sessioni destinate ai magistrati in tirocinio che corsi di formazione  sul “linguaggio giuridico” presso la sede dell’ Accademia della Crusca.

Altri articoli...

Pagina 10 di 18

Go to top