biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

Home

SOTTOSCRITTO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA SCUOLA SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA E L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE

Roma3Roma, 7 giugno 2017. Il Presidente del Comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura, prof. Gaetano Silvestri, e il Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre, prof. Mario Panizza, hanno sottoscritto in data odierna un Accordo di collaborazione finalizzato ad accrescere il livello dell’offerta formativa rivolta ai magistrati e, contestualmente, della ricerca scientifica e della didattica universitaria.

L’attuazione dell’Accordo, già resa operativa in virtù di una specifica Convenzione con il Dipartimento di Giurisprudenza dell’università - firmata in pari data dal Presidente Silvestri e dal Direttore del Dipartimento, prof. Giovanni Serges - prevede l’organizzazione comune di eventi formativi, a cui potranno partecipare magistrati, docenti universitari e studenti, nonché la messa a disposizione, da parte dell’università, delle strutture didattiche per i corsi di formazione della Scuola in programma a Roma.

 

UNA SECONDA SQUADRA ITALIANA DI MOT SI QUALIFICA PER LA FINALE DELLA COMPETIZIONE THEMIS

Themis2La squadra italiana di magistrati in tirocinio, composta da Alessandro Azzaroli, Manuela Granata e Lorenzo Sandulli e guidata da Francesco Cortesi dell’Ufficio del Massimario e del Ruolo della Corte di cassazione, ha superato a Vilnius la semifinale in materia di cooperazione giudiziaria nel settore civile della competizione Themis della Rete Europea di Formazione Giudiziaria. La squadra di magistrati in tirocinio ha presentato una tesi in materia di insolvenza transfrontaliera e, pur giungendo al secondo posto dietro la squadra francese,  ha ottenuto dalla giuria internazionale la valutazione di “best exam”. Così, in attesa del risultato dell’ultima squadra italiana in gara che parteciperà alla semifinale di Budapest sulla deontologia nel mese di luglio, è certo che almeno due squadre italiane si affronteranno nella finale di Bucarest nel mese di novembre, sul tema dei diritti umani.

La squadra italiana di magistrati in tirocinio, composta da Alessandro Azzaroli, Manuela Granata e Lorenzo Sandulli e guidata da Francesco Cortesi dell’Ufficio del Massimario e del Ruolo della Corte di cassazione, ha superato a Vilnius la semifinale in materia di cooperazione giudiziaria nel settore civile della competizione Themis della Rete Europea di Formazione Giudiziaria. La squadra di magistrati in tirocinio ha presentato una tesi in materia di insolvenza transfrontaliera e, pur giungendo al secondo posto dietro la squadra francese,  ha ottenuto dalla giuria internazionale la valutazione di “best exam”. Così, in attesa del risultato dell’ultima squadra italiana in gara che parteciperà alla semifinale di Budapest sulla deontologia nel mese di luglio, è certo che almeno due squadre italiane si affronteranno nella finale di Bucarest nel mese di novembre, sul tema dei diritti umani. 

INTERPELLO PER SCAMBI BILATERALI, SCAMBI SPECIALI, SCAMBI DI PRESIDENTI DI TRIBUNALI E PROCURATORI DELLA REPUBBLICA E PER LO SCAMBIO AIAKOS.

scambiLa Scuola ha il piacere di annunciare quattro nuovi interpelli per scambi tra autorità giudiziarie, che avranno luogo nella seconda metà del 2017 nell’ambito della collaborazione con la Rete Europea di Formazione Giudiziaria (EJTN).
Al riguardo, la Scuola pubblica oggi un primo interpello (che può leggersi qui) per scambi cosiddetti “bilaterali”, nell’ambito dei quali un Tribunale oppure un ufficio di Procura di uno Stato Membro dell’Unione Europea invia un gruppo di giudici o pubblici ministeri presso un Tribunale od un ufficio di Procura di un altro Stato Membro. L’ammissione allo scambio presuppone un accordo preventivo con l’istituzione ospitante e l’invio di un progetto, il cui contenuto è descritto nel bando. La riposta all’interpello dovrà pervenire, unitamente al progetto, all’indirizzo internazionale@scuolamagistratura.it entro le ore 18.00 del 23 giugno 2017.
Un secondo interpello contempla scambi “speciali” riguardanti i seguenti settori dell’attività giudiziaria: diritto dell’ambiente; diritto della concorrenza (antitrust); diritto d’asilo ed alla protezione internazionale; mediazione; diritto del lavoro; diritto bancario; diritto commerciale; diritto contrattuale; anti-terrorismo; diritto dell’economia; diritto di famiglia; reati finanziari; diritto dell’insolvenza; crimine organizzato; diritto sanitario; diritto tributario. L’interpello (che può leggersi qui) è destinato a giudici e pubblici ministeri che esercitano attività giudiziaria nei settori indicati. La procedura per l’interpello prevede la presentazione di istanze “informatizzate” attraverso un modulo “on-line" disponibile nel sito internet della Rete Europea di Formazione Giudiziaria. Si consiglia di non utilizzare la procedura nel giorno di scadenza dell’interpello, essendo prevedibili sovraccarichi del sito e possibili disservizi. La scadenza per questo interpello è il 23 giugno 2017.

Il terzo interpello (che può leggersi qui) prevede uno scambio riservato a Presidenti di Tribunale e Procuratori della Repubblica. Anche in questo caso la procedura per l’interpello prevede la presentazione di istanze “informatizzate” attraverso il modulo “on-line" disponibile nel sito internet della Rete Europea di Formazione Giudiziaria. La scadenza per questo interpello è pure il il 23 giugno 2017.

Il quarto interpello, che può leggersi qui, riguarda lo scambio AIAKOS riservato ai magistrati in tirocinio nominati con D.M. 3 febbraio 2017. La dichiarazione di disponibilità allo scambio deve pervenire all’indirizzo internazionale@scuolamagistratura.it entro le ore 20.00 del 14 giugno 2017.

LA SQUADRA ITALIANA DI MOT VINCE LA SEMIFINALE DELLA COMPETIZIONE THEMIS

ThemisLa squadra italiana di magistrati in tirocinio, composta da Simona Esposito, Martina Arrivi e Sara Maffei e guidata da Giuseppe Buffone del Tribunale di Milano, ha vinto a Bruxelles la semifinale in materia di cooperazione giudiziaria nel settore del diritto di famiglia della competizione Themis della Rete di Formazione Giudiziaria Europea. Giunta alla sua dodicesima edizione, la competizione Themis riunisce magistrati in tirocinio di diversi Paesi dell'Unione Europea con gli obbiettivi dello scambio di esperienza, condivisione di valori e discussione di nuove prospettive in diversi settori del diritto dell'Unione Europea. La competizione si svolge in lingua inglese di fronte ad una giuria internazionale che premia la presentazione di un progetto, considerandone la qualità, l'originalità, i pertinenti riferimenti alla giurisprudenza delle corti europee, la considerazione dei più recenti dibattiti sul diritto europeo e l'anticipazione di future soluzioni. La SSM partecipa alle quattro semifinali (in materia di cooperazione penale, civile, di diritto di famiglia e di deontologia) con quattro squadre di MOT. La finale si svolgerà a Bucarest nel mese di novembre e riguarderà il tema dei diritti umani.

Certificazione Unica 2017

cu2016Nella sezione "Area Riservata", sotto la voce "Area File Personali", visibile dopo aver inserito le credenziali di accesso, si possono scaricare le certificazioni uniche relative ai compensi erogati nel corso dell’anno 2016 a tutti coloro che hanno collaborato in  qualità di esperti formatori, relatori e coordinatori, già trasmesse all’Agenzia delle Entrate.

PUBBLICATE LE VALUTAZIONI DEI PARTECIPANTI AI CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE DEL PRIMO TRIMESTRE ANNO 2017

Per lo scaricamento del file cliccare qui: 

INTERPELLO PER LA SELEZIONE DI 25 MAGISTRATI ITALIANI IN VESTE DI PARTECIPANTI AL PROGETTO DI FORMAZIONE E SCAMBIO INFORMATIVO CON MAGISTRATI DELLA REPUBBLICA DEL MESSICO

logoLa Scuola Superiore della Magistratura ha pensato di realizzare un progetto il cui scopo è quello di rafforzare i meccanismi di cooperazione internazionale nel settore investigativo/giudiziario in materia di contrasto al crimine organizzato, partendo da un modello di confronto che non sia di tipo unidirezionale (rivolto cioè in senso esclusivo verso i magistrati stranieri partecipanti all’esperienza) ma che sia strutturato in maniera effettivamente biunivoca, chiedendo anche alla delegazione ospite di fornire il proprio apporto alle attività seminariali attraverso la comunicazione delle proprie esperienze e la condivisione del ruolo attivo di relatori. Questo sistema di partecipazione renderà l’occasione formativa il “luogo” di un reale scambio di conoscenze e costituirà anche la base di possibili futuri contatti e collaborazioni tra gli organi giudiziari ed investigativi italiani e messicani.

Programma

Documentazione

PARZIALE MODIFICA DEL NUOVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE INIZIALE DEI MAGISTRATI ORDINARI IN TIROCINIO

All'esito delle riunioni svoltesi nell'ambito del Tavolo tecnico CSM-Scuola Superiore della Magistratura, su proposta di quest'ultima, il Consiglio Superiore ha adottato, in data 3 maggio 2017, la delibera (il cui testo è consultabile cliccando sul presente link) con cui è stata apportata una modifica agli artt 3, commi 2 e 3, e 5, comma 1, del Nuovo Regolamento per la formazione iniziale dei Mot.
La modifica concerne due profili:
1) il procedimento di autorizzazione al cambiamento della sede per il tirocinio. Al riguardo è stato stabilito che le istanze debbano essere indirizzate direttamente al Consiglio Superiore della Magistratura, che sarà  chiamato a deliberare sulle stesse sulla scorta di un parere e non più di una autorizzazione della Scuola.
2) Analogamente, i programmi di tirocinio, a cura dei Consigli Giudiziari, andranno trasmessi per l'approvazione al Consiglio Superiore della Magistratura (cui viene trasferita la competenza prima assegnata al Comitato Direttivo). La Scuola si limiterà ad esprimere sugli stessi un parere.
                                                                                  IL COMITATO DIRETTIVO

Interpello per la nomina del Segretario generale della Scuola superiore della magistratura

Scarica interpello per Segretario Generale 

Altri articoli...

Pagina 3 di 19

Go to top