biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomepresentazioneMAGISTRATI ARRESTATI IN TURCHIA: LA SCUOLA SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA ADERISCE ALLA RISOLUZIONE DEL CSM

MAGISTRATI ARRESTATI IN TURCHIA: LA SCUOLA SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA ADERISCE ALLA RISOLUZIONE DEL CSM

logoRoma, 20 luglio 2016 - Il Comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura ha deliberato, in data odierna, di aderire alle determinazioni assunte oggi dal Consiglio superiore della magistratura in merito alle vicende accadute in Turchia nei giorni scorsi che hanno portato all’arresto o alla destituzione di oltre 2700 magistrati.

La risoluzione approvata all’unanimità, in mattinata, dal Plenum del CSM, oltre a rilevare la violazione delle libertà e dei diritti civili, sociali e politici cui la Turchia è tenuta in virtù della sottoscrizione della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, invita tutti gli organismi internazionali a seguire gli sviluppi della vicenda e ad adottare, di conseguenza, ogni opportuna iniziativa volta a garantire il rispetto dell’autonomia e dell’indipendenza della magistratura.

Go to top